Traduci sito in:

itzh-CNenfrdejaptrues

btn PON 2014 2020

btn por

btn pubblicita legale

btn amministrazione trasparente

btn registro online

btn pnsd

testata scuola

Progetti

 Idea

SCREENING per l'accertamento precoce di difficoltà e ritardo nell'apprendimento. Progetto a pagamento realizzato in collaborazione con enti accreditati.
• DESTINATARI: alunni delle classi seconde di entrambi i plessi
• OBIETTIVI FORMATIVI: individuazione precoce delle difficoltà di apprendimento.
• RISORSE PROFESSIONALI: personale esterno qualificato
• ATTIVITA’: somministrazione prove e identificazione di alunni con difficoltà/ritardo nell'acquisizione delle abilità di letto-scrittura e di calcolo
Riconoscimento della tipologia di difficoltà rilevata
Segnalazione ai docenti di eventuali situazioni a rischio, così da attivare interventi di potenziamento mirati
Al termine della seconda classe, nei casi di alunni a rischio, comunicazione alle famiglie e suggerimento di intraprendere un percorso di valutazione diagnostica presso una struttura specializzata
• TEMPI e MODALITA': gli interventi si terranno a fine aprile/inizio maggio per consentire agli alunni di aver raggiunto gli obiettivi minimi strumentali ai fini dell'esecuzione delle prove di accertamento

• RISULTATI ATTESI: individuazione dei bambini a rischio, riconoscimento della tipologia di difficoltà emersa, definizione di strategie per la compensazione ed il supporto, monitoraggio ed eventuale segnalazione alla famiglia per gli approfondimenti diagnostici
• VERIFICA E VALUTAZIONE: si valuta la corrispondenza tra l’individuazione del rischio e l’evoluzione della situazione nelle classi successive.

 

PROGRAMMA MENTORE/UN ADULTO PER AMICO: progetto esterno, gratuito.
• DESTINATARI: alunni dalla classe seconda alla quinta e alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado in situazione di disagio personale
• OBIETTIVI FORMATIVI: riconoscere situazioni di disagio, accoglierle e offrire spazi privilegiati per costruire relazioni affettive significative che incidano sulla percezione di sé e dell’altro da sé
• RISORSE PROFESSIONALI: personale volontario della Società Umanitaria (Mentore)
• ATTIVITA’: le attività, di tipo prevalentemente ludico, sono gestite dal volontario sulla base degli interessi evidenziati dal bambino (Telemaco).
• RISULTATI ATTESI: miglioramento della percezione della scuola, innalzamento del livello di autostima e conseguente miglioramento dei risultati scolastici.
• VERIFICA E VALUTAZIONE: sono previsti due momenti di verifica nel corso dell’anno, alla presenza del volontario, di un’insegnante del bambino, della coordinatrice di scuola e di un responsabile dell’Umanitaria. In quell’occasione i partecipanti compilano dei questionari per la valutazione del progetto.

 

TI AF-FIDO UNA STORIA progetto esterno di PET THERAPY,gratuito

• DESTINATARI: alunni delle classi terze della Scuola Primaria
• OBIETTIVI FORMATIVI: facilitare l’inclusione di bambini con difficoltà legate alla lettura, in particolare i DSA (disturbi specifici dell’apprendimento), mediante attività educative assistite con gli animali, che favoriscano la riduzione degli stati di frustrazione, insicurezza, demotivazione, ansia, difficoltà a concentrarsi e a controllare l’impulsività, condizioni spesso ostative nei confronti dell’apprendimento.
• ATTIVITA’: conoscenza dei cani, delle loro modalità di comunicazione e del modo corretto di interagire con loro, lavoro su video, cd e libri costruiti ad hoc sulla storia degli animali coinvolti (con l’ausilio di strumenti compensativi, audio libri), lettura da parte dei bambini dei testi forniti (con la presenza dei cani), osservazione dei cani durante la lettura, giochi per riconoscere le emozioni, giochi di attivazione mentale con i cani, percorso di mobility, lettura e costruzione di una storia
• RISORSE PROFESSIONALI: un coadiutore per plesso (personale educativo Cooperativa “ Il Tempo per l’Infanzia”)
• RISULTATI ATTESI: potenziamento delle abilità di lettura e decodifica di un testo, delle abilità comunicative sia verbali che non verbali con arricchimento del patrimonio lessicale ed espressivo, miglioramento dell’atteggiamento complessivo (interesse, attenzione, concentrazione), innalzamento del livello di percezione di sé (senso di autoefficacia nelle attività e nelle relazioni, sviluppo delle capacità relazionali e di collaborazione con gli altri bambini).
• VERIFICA E VALUTAZIONE: livello di coinvolgimento degli alunni principalmente destinatari e di ricaduta sulla classe, produzione e analisi di dati sui benefici della relazione tra bambini e cani, test di lettura da somministrare prima del progetto e dopo il progetto.

 

PSICOMOTRICITÀ: è un progetto esterno, a pagamento.
• DESTINATARI: sezioni della Scuola dell’Infanzia, classi prime e seconde di entrambi i plessi
OBIETTIVI FORMATIVI: agevolare lo sviluppo armonico di ogni alunno, facilitando l'integrazione delle abilità motorie, affettivo-emotive, relazionali e cognitive
• ATTIVITA’: le attività, di tipo prevalentemente ludico, con interventi a cadenza settimanale per tutta la durata dell'anno scolastico
• RISORSE PROFESSIONALI: esperto psicomotricista
• RISULTATI ATTESI: beneficiare di uno “spazio” e di un “tempo” per favorire la conoscenza reciproca, la relazione, l’espressione di sé, il gioco e il benessere psico-fisico degli alunni
Allenamento di performance e atteggiamenti propedeutici all'apprendimento (ascolto, attenzione, equilibrio, autocontrollo, lateralizzazione, direzione e intenzionalità dell'azione)
• VERIFICA E VALUTAZIONE: sono previsti due momenti di verifica nel corso dell’anno, intermedia e finale, per la socializzazione e il confronto degli elementi di osservazione rilevati dall'esperto e dal docente di classe che presenzia alle attività

 

PALLAVOLO IN CARTELLA: progetto di educazione fisico-motoria, a pagamento, articolato su un intervento alla settimana della durata di un'ora
• DESTINATARI: tutte le classi del Circolo
• OBIETTIVI FORMATIVI: promuovere lo sviluppo fisico-motorio segmentario e globale unitamente ad abilità relazionali e di cooperazione attraverso il gioco di squadra.
• ATTIVITA’: esperienze di carattere ludico-motorio calibrate sulla base dell'età degli alunni
• RISORSE PROFESSIONALI: istruttori della Pro-Patria
• RISULTATI ATTESI: potenziare le funzioni senso-percettive, gli schemi posturali statici, gli schemi di base dinamici, la coordinazione oculo-manuale e quella occhio-piede, la coordinazione motoria in relazione a parametri di spazio, tempo e velocità, l'equilibrio, la lateralizzazione e l'orientamento.
Parallelamente verrà perseguita l'acquisizione di procedure e tecniche in relazione al gioco di squadra nonché l' "allenamento" delle abilità sociali, della capacità di autocontrollo, di rispetto delle regole e di fair-play
• VERIFICA E VALUTAZIONE: sono previsti momenti di verifica in itinere, contestualmente alle attività, attraverso il confronto degli elementi di osservazione sugli alunni rilevati dall'esperto e dal docente di classe che presenzia agli interventi

 

GHISA WHAT!?: percorso "Think legal": progetto esterno, gratuito, promosso dal Comune
di Milano, veicolato dall'uso della lingua inglese
• DESTINATARI: quarte, quinte di entrambi i plessi, classi Scuola Secondaria di Primo Grado
OBIETTIVI FORMATIVI: diffondere la cultura della legalità e della sicurezza. Promuovere atteggiamenti e mentalità: educare all'informazione preventiva, alla conoscenza, alle scelte consapevoli e alla responsabilità personale
• ATTIVITA’: dal concetto tradizionale di "regola", di "diritto" e di "dovere" si passa ad indagare argomenti di pregnante attualità quali i rischi che derivano da un uso scorretto e inconsapevole della rete e dei social
• RISORSE PROFESSIONALI: personale esterno (Vigili della Polizia Locale di Milano)
• RISULTATI ATTESI: maggior consapevolezza circa le potenzialità e positività offerte dalla rete e dai dispositivi tecnologici ma, nel contempo, anche dei rischi e dei pericoli in cui si può incorrere; conoscenza e sensibilizzazione nei confronti di problematiche legate al bullismo e al cyberbullismo
• VERIFICA E VALUTAZIONE: il progetto prevede una fase di verifica attraverso la somministrazione di un test finale per l'accertamento dell'interiorizzazione dei contenuti e dei concetti presentati

 

PAROLE di PRIMO SOCCORSO progetto esterno,gratuito
• DESTINATARI: classi quinte di entrambi i plessi
• OBIETTIVI FORMATIVI: diffusione delle pratiche di primo soccorso, educazione alla tutela della salute, alla promozione di stili di vita sani e alla sicurezza
• ATTIVITA’: corso teorico e pratico di 8 ore, distribuite in 4 incontri
• RISORSE PROFESSIONALI: docenti di Croce Rossa Italiana
• RISULTATI ATTESI:conoscenza dei numeri di emergenza, conoscenza del corpo umano, dei suoi apparati (respiratorio, circolatorio), del sistema scheletrico, delle manovre salvavita
• VERIFICA E VALUTAZIONE: oggetto di verifica e valutazione sarà il livello di partecipazione e di interesse dimostrato dagli alunni nei confronti di tematiche legate alla salute e alla sicurezza; oggetto di accertamento sarà anche l’acquisizione delle principali nozioni inerenti il funzionamento del corpo umano.

 

EDUCAZIONE all’AFFETTIVITÀ: progetto esterno che necessita di finanziamento
• DESTINATARI: quarte e quinte di entrambi i plessi
• OBIETTIVI FORMATIVI:sensibilizzare e promuovere la consapevolezza sul tema dell’affettività nelle sue diverse sfaccettature:cognitivo, emotivo, corporeo e relazionale. Rilevare conoscenze, disagi, atteggiamenti degli alunni nei confronti della sessualità, dell’affettività e dello sviluppo corporeo
• RISORSE PROFESSIONALI: personale esterno qualificato
• ATTIVITA’: n°3 incontri per sezione sotto la conduzione di tre psicologhe che intervengono con cadenza quindicinale su tre tematiche portanti: l’AFFETTIVITA’, il CORPO, le EMOZIONI.
Il percorso prevede attività interattive basate su giochi, simulazioni, circle-time per la socializzazione di percezioni, vissuti, conoscenze e curiosità rispetto alle tematiche di cui sopra. Gli interventi non hanno una struttura prestabilita ma si conformano in base ai rimandi che le specialiste ricevono dalle diverse classi.
Sono previsti:
-1 incontro preliminare tra specialiste e docenti di sezione per acquisire elementi di conoscenza relativamente alle classi;
-1 incontro di feed-back ai docenti, a fine percorso;
-1 incontro informativo di restituzione alle famiglie in occasione dell’assemblea di classe di aprile;
-istituzione di uno sportello di consulenza per i genitori, individuando due date (una per il plesso di Via Bottego e una per il plesso di Via S. Mamete)
• RISULTATI ATTESI: diffondere la conoscenza del proprio corpo,riconoscere le differenze tra maschio e femmina,riconoscere i cambiamenti del corpo, maturare adeguato rispetto nei confronti del proprio corpo e di quello altrui, riconoscere sensazioni di disagio, di benessere, imparare a dare un nome e ad esplicitare le proprie emozioni
• VERIFICA e VALUTAZIONE: la verifica avverrà in itinere, contestualmente alle attività, attraverso il confronto tra elementi di osservazione sugli alunni rilevati dalle esperte e dal docente che presenzia agli interventi. Tali elementi saranno utilizzati per adeguare e orientare gli interventi in modo più funzionale ai bisogni delle diverse classi. Bilancio conclusivo e valutazione emergeranno in sede di restituzione da parte delle specialiste ai docenti e alle famiglie, nonché acquisendo pareri attraverso la consultazione degli alunni stessi.

 

PROGETTO ARTE, INTEGRAZIONE, APPRENDIMENTO: progetto di scuola, gratuito
●DESTINATARI: tutte le classi in cui siano presenti alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali
●OBIETTIVI FORMATIVI: innalzare il livello di inclusione degli alunni con Bes nelle dinamiche socio-relazionali della classe.
●ATTIVITA’: attività di laboratorio nella quale gli alunni costruiscono manufatti con materiali e tecniche diverse e assumono ruolo di tutor insegnando ai compagni le procedure per la realizzazione
●RISORSE PROFESSIONALI: personale interno (docente referente di scuola, docenti di sostegno, docenti curricolari)
●RISULTATI ATTESI: miglioramento del benessere degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali; miglioramento del senso di autoefficacia degli alunni con BES e conseguente acquisizione di una migliore percezione di sé ed autostima; miglioramento delle abilità fino motorie;approcciare contenuti disciplinari attraverso canali di apprendimento alternativi al codice verbale
●VERIFICA E VALUTAZIONE: sono previste osservazione in itinere per verificare le modalità di partecipazione e di coinvolgimento nel lavoro vero e proprio di produzione, nonché le modalità di interazione con i compagni di classe nella fase di tutoraggio.

 

PEDIBUS: progetto esterno,facoltativo,gratuito. Prevede la partecipazione degli alunni interessati ai percorsi casa/scuola alla presenza dei NONNI-AMICI che in veste di accompagnatori li prelevano dai punti di ritrovo nel quartiere e li conducono, procedendo in gruppo, fino all’entrata della scuola.
●DESTINATARI: alunni dell’Istituto interessati
●OBIETTIVI FORMATIVI: sensibilizzare ad una mobilità sostenibile e accrescere il livello di mobilità autonoma degli alunni rispetto al tragitto casa-scuola.
●ATTIVITA’: esperienze di mobilità effettuata in parziale autonomia
●RISORSE PROFESSIONALI: personale volontario appartenente all’Associazione AUSER (Nonni Amici)
●RISULTATI ATTESI: maggior conoscenza del territorio per una fruizione più consapevole; conoscenza delle regole che disciplinano la mobilità del pedone; conoscenza del Codice Stradale e della segnaletica incontrata nel tragitto compiuto quotidianamente; innalzamento delle abilità sociali, del senso di appartenenza ad una comunità che vive e agisce nel territorio
●VERIFICA E VALUTAZIONE: la verifica e la valutazione è a cura dei docenti referenti in entrambi i plessi che monitorano l'andamento del progetto e curano il coordinamento con i Nonni Amici

 

GHISA WHAT!?: percorsi "On the go!" e "Milano yesterday, today, tomorrow"
Progetto esterno, gratuito, promosso dal Comune di Milano, veicolato dall'uso della lingua inglese
●DESTINATARI: classi quarte, quinte e alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado
●OBIETTIVI FORMATIVI: diffondere la cultura della sicurezza stradale e promuovere
la conoscenza della città di Milano
●ATTIVITA’: intervento a scuola da parte di personale della Polizia Locale strutturato su riflessioni inerenti il territorio e i comportamenti dell'uomo rispetto alla mobilità per riconoscerne criticità o positività; intervento volto a presentare un excursus storico relativo all'evoluzione della viabilità e della mobilità nella città di Milano
●RISORSE PROFESSIONALI: personale esterno ( Vigili della Polizia Locale di Milano)
●RISULTATI ATTESI: maggior conoscenza del territorio di appartenenza, della città di Milano, della sua “storia” rispetto al bisogno di muoversi nonché maggior sensibilizzazione nei confronti della mobilità sostenibile e degli interventi realizzati in città al fine di perseguirla
●VERIFICA E VALUTAZIONE: il progetto prevede una fase di verifica attraverso la somministrazione di un test finale per l'accertamento dell'interiorizzazione dei contenuti e dei concetti presentati

 

PROGETTO LETTURA: progetto interno, gratuito
• DESTINATARI: tutte le classi dell’Istituto
• OBIETTIVI FORMATIVI: promuovere il desiderio e il gusto per la lettura, educare all'ascolto e alla comprensione, ad approfondire un tema attraverso la documentazione su libri, a stimolare il confronto, il dibattito, l'argomentazione per riferire pareri personali, recensioni su libri letti, punti di vista rispetto ai contenuti
• ATTIVITA’: lettura ad alta voce; attività di ascolto; conversazioni collettive per esprimere le idee; giochi sulla ricostruzione delle storie attraverso sequenze; invenzione di storie con giochi di parole, trasformazione di un testo in un altro; uso di tecniche illustrative; laboratori di espressione poetica con giochi su rime, metafore e onomatopee , laboratori di animazione e di improvvisazione teatrale , laboratori di costruzione di libri, lavorazione sui linguaggi di diversi media; produzione di testi scritti; utilizzo di strumenti multimediali, realizzazione del Giornalino di Scuola attraverso la costituzione di un comitato di redazione.
Un ruolo particolare avrà l’iniziativa “TUTORAGGIO nella LETTURA”, realizzato in verticale tra alunni di classi di ordini di scuola e di età diverse; si tratta di offrire un’opportunità per far diventare la lettura oltre che un compito legato al “piacere personale” anche un “compito autentico”, di realistica e concreta utilità per gli altri.
Gli alunni più grandi diventano tutor di quelli più piccoli: operano scelte rispetto al libro da leggere, si preparano alla lettura conferendo carattere ed espressività, affiancano i piccoli in un’esperienza di lettura condivisa, fanno da “modello” ed esempio, stabiliscono relazioni di ascolto e di aiuto. Si configura come esperienza trasversale, utile a consolidare le strumentalità e quindi la tecnica ma nel contempo anche a rafforzare il sé, a mettersi alla prova in compiti e contesti nuovi, a modularsi in relazione a interlocutori diversi trovando adattamenti personali per raggiungere l’obiettivo prefissato. A tutti gli effetti si presenta come occasione significativa per realizzare il Raccordo tra gli attuali tre segmenti di scuola che compongono il nostro Istituto.
● RISORSE PROFESSIONALI: personale interno
• RISULTATI ATTESI: potenziamento delle competenze di lettura, miglioramento dell’interesse verso i libri, atteggiamenti di disponibilità e motivazione verso le attività di ricerca e di documentazione, arricchimento lessicale
• VERIFICA E VALUTAZIONE: valutazione dell'incremento dell'interesse per la lettura, dell'apprendimento delle tecniche, della modalità di fruizione dei libri rilevando scelte sempre più consapevoli e diversificate attraverso l'identificazione dei generi letterari . Saranno valutati i livelli di partecipazione e di coinvolgimento personale alle attività proposte.

 

FILOSOFIA: progetto esterno, gratuito.
• DESTINATARI: classi quarte e quinte dell’Istituto
• OBIETTIVI FORMATIVI: maturazione di competenze logiche, linguistiche, etiche, estetiche e socio-affettive.
• ATTIVITA’: percorso articolato in cinque incontri con cadenza quindicinale. Conversazioni guidate e dibattiti volti a far emergere le teorie personali degli alunni riguardo al senso della propria esistenza e quindi riguardo alla vita, al senso del bello, alla libertà, all'amore e alla felicità
• RISORSE PROFESSIONALI: personale volontario (professore di filosofia)
• RISULTATI ATTESI: offrire occasioni motivanti e significative per imparare a ragionare, a concettualizzare, a problematizzare, ad argomentare per fornire motivazioni dimostrative su opinioni e idee personali, a costruire giudizi etici e mettere in atto comportamenti coerenti, a riconoscere i propri sentimenti e gli stati emotivi, a costruire con gli altri relazioni di ascolto, di dialogo, di negoziazione e di confronto costruttivo.
• VERIFICA E VALUTAZIONE: oggetto di verifica e di valutazione sarà l'accessibilità delle tematiche e della metodologia in relazione all'età degli alunni, l'impatto e il livello di partecipazione e di coinvolgimento degli stessi nel percorso di conoscenza di sé e degli altri, di oggettivazione del proprio pensiero e di quello altrui.

 

Progetto di PEDAGOGIA MUSICALE progetto esterno gratuito promosso da MI TO Onlus

• CLASSI COINVOLTE: tutte le classi prime dell’Istituto
• OBIETTIVI FORMATIVI: promuovere il piacere per la musica intesa non solo dal punto di vista puramente estetico ma soprattutto come mezzo per lo sviluppo di un linguaggio emozionale ed universale comune a tutti, indipendentemente da età, lingua e cultura.
• ATTIVITÀ: durante gli incontri con i bambini sarà utilizzato prevalentemente il linguaggio del canto e dei suoni anche nelle classi più multietniche, servendosi all’occorrenza anche di necessari strumenti ed attrezzature (strumentario ORFF, paracadute ludico, nastri colorati, palle e palline di spugna, foulard,…).
• RISORSE PROFESSIONALI: maestri e giovani musicisti della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado e del Conservatorio Giuseppe Verdi.
• RISULTATI ATTESI: offrire occasioni motivanti e significative per i bambini, in particolare per gli alunni diversamente abili ed in situazione di svantaggio socio-economico e culturale e con difficoltà, incremento dell’interesse per la musica, potenziamento delle capacità di ascolto, di discriminazione uditiva e di analisi, di produzione di ritmi, melodie, suoni e movimenti, di coordinazione uditivo-motoria, di coordinazione spazio-temporale, di abilità sociali. A fine trimestre (il progetto si svolgerà settimanalmente da Ottobre a Febbraio per un’ora a classe) verrà tracciato un profilo delle attitudini, interesse e capacità dei singoli bambini segnalando eventuali particolari inclinazioni e predisposizioni, indicazioni che potranno essere utili anche alle famiglie per eventuali future scelte ed indirizzi.
• VERIFICA E VALUTAZIONE: oggetto di verifica e di valutazione sarà l’accessibilità dei contenuti, attività e metodologie, il gradimento dimostrato dagli alunni, la motivazione e l’interesse suscitato negli alunni in relazione all’educazione musicale ed all’espressione fisico-corporea.

 

AZIONI CLIL progetto esterno, a pagamento. Si tratta di un "apprendimento integrato tra lingua e contenuti" (dall'inglese Content and Language Integrated Learning):metodologia didattica di tipo immersivo che coniuga la costruzione di competenze linguistiche e abilità comunicative in lingua straniera, insieme ad acquisizioni di conoscenze disciplinari. Nella pratica, per attivare un "apprendimento integrato", la lingua straniera e in particolare quella inglese, viene utilizzata per indagare contenuti disciplinari quali arte, storia, scienze...
• DESTINATARI: alunni dalla classe seconda alla quinta e della Secondaria di Primo Grado
• OBIETTIVI FORMATIVI: rivitalizzare la didattica della lingua inglese con esperienze che integrino e risultino complementari all'insegnamento curricolare; conferire funzionalità alla lingua inglese, attraverso compiti di realtà/esperienze autentiche di relazione e comunicazione con interlocutori madrelingua
• ATTIVITÀ: intervento di esperti madrelingua per laboratori linguistici su metodologia CLIL, in orario scolastico. Realizzazione di campus durante il periodo estivo come occasione per realizzare una full-immersion e utilizzare concretamente l'inglese come lingua veicolare nei diversi contesti di vita pratica e sociale (iniziativa Smile Days)
• RISORSE PROFESSIONALI: esperti madrelingua (Scuola Open Minds di Milano)
• RISULTATI ATTESI: maggior esposizione all' ascolto della lingua inglese per un affinamento di pronunce e intonazioni; incrementare il patrimonio linguistico a livello di strutture comunicative e di lessico; innalzare la motivazione, l'interesse, la curiosità nei confronti della lingua inglese e di culture differenti da quella di origine; innalzare il livello di autostima, di percezione di sé e il senso di autoefficacia attraverso attività gratificanti che consentano di sperimentarsi, porsi delle nuove sfide, trovare soluzioni comunicative integrando tra loro linguaggi diversi
• VERIFICA E VALUTAZIONE: oggetto di verifica e di valutazione sarà l’accessibilità dei contenuti e delle attività, la funzionalità delle metodologie, il gradimento dimostrato dagli alunni, la motivazione e l’interesse suscitato negli alunni nei confronti della lingua inglese, la trasferibilità di metodologie e strategie didattiche nella pratica quotidiana da parte dei docenti curricolari.

Albo: ultimi atti

  • Nessun atto in pubblicazione

Albo: ultimi Bandi e Gare

  • Nessun atto in pubblicazione

Albo: ultimi Incarichi

  • Nessun atto in pubblicazione

Albo: ultimi atti Personale

  • Nessun atto in pubblicazione